• MISS FOODWINE

Perbellini: una focaccia sfacciatamente sofficiosa

Mi hanno fatto un regalo buono buonissimo!


La settimana scorsa mi hanno regalato un dolce delizioso: la FOCACCIA di PERBELLINI.

Questa nota Pasticceria di Verona è nata a metà dell'800 e ci ha regalato alcune delizie di cui adesso non potremmo proprio più farne a meno...

Come sapete non sono una patita di dolci ma, su Perbellini, ho qualcosa da dire anch'io ;-)




I prodotti sfornati dalla Pasticceria sono numerosi; tra i più noti ci sono l'Offella d’Oro®, la Millefoglie Strachin® ed il Dolce Dorato® ma voglio nominare anche La Sbrisolada e le Sfoiade al Burro perchè avendole provate non posso non menzionarle!


Ma veniamo alla Focaccia!

Già solo prendendo in mano la scatola percepisco un PROFUMO fantastico di zucchero, vaniglia, di casa della nonna e di buono ...direi che le premesse ci sono tutte.


La focaccia, che ha una confezione davvero bella, si presenta come un panettone basso glassato ...ma all'interno è tutta una sorpresa.


Un impasto morbidissimo, soffice e delicato. Niente canditi e niente uvetta; la dolcezza si sente ma non troppo e questo me la fa apprezzare ancora di più perchè "non mi stanca" e ne mangerei davvero a quintali!

La ghiaccia di copertura, con quei suoi pezzettoni di zucchero, compensa la consistenza dell'impasto... conferendole quel brio in più e rendendo ogni morso una meraviglia.


Secondo la leggenda, la focaccia pasquale è un pane arricchito con burro, uova e zucchero; tanta semplicità sviluppata con ingredienti di prima qualità non può che dare un risultato eccezzionale e La Focaccia di Perbellini ne è proprio un esempio.

Per i più "golosoni" questa delizia si presta benissimo anche a farciture di ogni tipo (abbiamo provato anche questo a casa ;-)) per esempio un buon mascarpone, delle creme Chantilly, gelato... insomma, è la base per molte idee "paciugone".

Io però ve la consiglio Nature, almeno la prima fetta, perchè è tanto buona così che è quasi un peccato snaturarla.


ABBINAMENTO CON...


Un Moscato d'Asti DOCG è sempre una scelta azzeccata per questo tipo di dolce; con i suoi profumi, l'eleganza ed un filo di vivacità, ne esalta gli aromi e conferisce anche un briciolo di "freschezza" che non guasta; io mi sento assolutamente di consigliarvi

"La Caudrina" di Romano Dogliotti Moscato d'Asti DOCG


Per gli irriducibili amanti del Metodo Classico optate, vi prego, almeno per un Demi Sec che abbia un grado zuccherino elevato altrimenti vanificate ogni sforzo del dolce (che tra l'altro in questo caso molto zuccherato non è).

Se posso consigliarvi una cantina, direi

Franciacorta DOCG Rosé’ "Briolette" Demisec della Cantina VILLA

Attendo impaziente i vosti pareri!





https://www.pasticceriaperbellini.it/prodotti/focaccia~9.html

12 visualizzazioni